Da Impresa a Cultura.Archivio Laverda macchine agricole.

Aiutaci a valorizzare l’Archivio storico della ditta Pietro Laverda, l'azienda di Bregan...

  • €1,863 raccolti
  • 9% finanziato
  • 300 giorni
Condividi su

foto ALma

Laverda non è solamente un marchio di qualità, ma è una parte di storia del nostro paese, delle nostre famiglie, dei nostri ricordi.

Un Laverdista

Non è così usuale che una Biblioteca di conservazione accolga tra i suoi fondi un archivio d’impresa. Ma è questo il caso della Biblioteca Internazionale “La Vigna” che ha acquisito nel 2016 l’Archivio storico della ditta Pietro Laverda. La meccanizzazione agricola, argomento ben documentato nelle raccolte della Biblioteca, è certamente il presupposto che ha portato all’acquisizione di questo importante archivio; così il legame con il territorio vicentino, tanto forte per “La Vigna” quanto per la Ditta Pietro Laverda. Alcuni mesi fa è poi giunta la dichiarazione di “interesse storico particolarmente importante” da parte del Ministero per i Beni e le Attività culturali: un riconoscimento prestigioso che ci incoraggia a sostenere fortemente la valorizzazione di questo singolare e rilevante archivio.

Il Progetto ALma - Archivio Laverda Macchine Agricole è iniziato nel 2018 con la catalogazione e la messa in rete della raccolta fotografica dell'archivio. Ad oggi abbiamo digitalizzato oltre 11.000 fotografie (lastre, pellicole e stampe) e ne abbiamo inventariate circa 23.000. "Valorizzare" per noi significa creare le condizioni adatte alla conservazione dei materiali dell'archivio, catalogare e inventariare le singole unità e renderle infine fruibili al pubblico.

Le impressioni, i commenti e le testimonianze che ci giungono giornalmente a riscontro della  pubblicazione in rete delle foto (sulla banca dati e sui social) ci fanno capire che non ci dobbiamo fermare: si tratta di ricordare le nostre radici, quelle di un'Italia rurale, l'Italia delle sconfinate distese di grano e cereali, l'Italia dei contadini che hanno potuto abbandonare la falce grazie ai progressi che la Laverda ha fatto nel campo della meccanizzazione agricola nel corso di circa un secolo.

Ecco che il Progetto Laverda si configura come qualcosa di molto più grande: da archivio d'impresa ad impresa culturale.

IL PROGETTO

Il nostro obiettivo è quello di portare a termine la digitalizzazione, la catalogazione e la messa in rete della raccolta fotografica dell'archivio per poi procedere all'inventariazione della parte documentaria che contiene preziose informazioni sull'attività della ditta e sulla produzione delle macchine agricole. Contestualmente vorremmo procedere alla mappatura delle mietitrebbie Laverda in Italia, quelle prodotte fino agli anni '80, prima che la ditta fosse incorporata dalla holding Fiat Geotech.

Da ultimo precederemo al recupero di tutto il materiale filmico con l'intento di creare un docu-film che ripercorra la storia dell'azienda.

PERCHE' CI SERVE IL VOSTRO AIUTO

La nostra istituzione purtroppo non possiede i fondi necessari per portare a compimento il progetto che è stato possibile avviare solamente grazie al sostegno della Fondazione Cariverona.

Pensiamo però che faccia parte della nostra mission mettere in sicurezza e salvaguardare queste preziose fonti che ci raccontano la storia del nostro bel Paese e con il vostro aiuto potremmo, non solo metterle in sicurezza, ma anche dare a tutti la possibilità di conoscerle e studiarle.

ART BONUS

Le donazioni liberali a favore di questo progetto possono godere dei benefici fiscali previsti dall'Art bonus.

E' sufficiente indicare nella causale del versamento:  Art Bonus - Centro di Cultura e Civiltà Contadina - Biblioteca Internazionale "La Vigna" - IL TUO CODICE FISCALE o P. IVA  - Progetto A.L.m.a.

Per ulteriori informazioni contattaci:

tel. 0444 543000

[email protected]

Domande frequenti (FAQ) sul progetto (dimensioni consigliate 800x400 pixel)

A che punto è il progetto?

Il progetto è stato avviato nel 2018 grazie al sostegno della Fondazione Cariverona che ha creduto nell'importanza di salvaguardare l'archivio di azienda di una delle più importanti realtà industriali italiane per la produzione di macchine agricole.

E' stata creata una piattaforma internet con il catalogo online (visitabile all'indirizzo https://www.lavigna.it/it/biblioteca-digitale/alma) e archiviate le prime 11.000 foto, mentre altre 12.000 sono state inventariate.

Come verranno utilizzati i fondi?

Le donazioni saranno utilizzate per portare a termine la digitalizzazione e la catalogazione delle fotografie e per iniziare l’inventariazione dell’archivio documentario.

Quanto durerà la campagna?

La campagna avrà una durata di 12 mesi

La mia donazione potrà godere di qualche beneficio fiscale?

Tutte le donazioni, sia di persone fisiche, che di aziende, beneficiano di un credito d'imposta fino al 65% previsto dall'Art bonus

Dove posso trovare ulteriori informazioni sui benefici fiscali dell'Art bonus?

Tutte le informazioni le potrai trovare consultando il portale dell'Art bonus all'indirizzo https://artbonus.gov.it/.

In particolare per quanto riguarda questo progetto puoi consultare la pagina https://artbonus.gov.it/2168-biblioteca-internazionale-la-vigna.html

Biblioteca La Vigna

La Biblioteca Internazionale “La Vigna” è un Istituto culturale e di documentazione specializzato nel settore di studi sull’agricoltura e sulla cultura e civiltà del mondo contadino. Il nucleo originario di libri donato dal fondatore Demetrio Zaccaria consta di circa 10.000 volumi, che andarono a iniziare il Fondo Generale della Biblioteca. Oggi la collezione ammonta ad oltre 60.000 volumi ed è costantemente arricchita con acquisti selettivi sul mercato antiquario e su quello corrente. Vengono acquisite generalmente le maggiori opere di agricoltura edite in lingua italiana, mentre, specificatamente per quelle riguardanti la vite e il vino, il loro reperimento è curato anche a livello internazionale, con particolare riguardo a quelle pubblicate in lingua francese, inglese, spagnola e tedesca. Una notevole percentuale dei volumi posseduti concerne la coltivazione della vite e la produzione vinicola; molte opere, inoltre, riguardano temi specifici, come la coltura della patata e dell’olivo, l’allevamento delle api e la produzione dell’olio e del miele. Altro settore di interesse è la gastronomia, tema ricercato dallo stesso fondatore Demetrio Zaccaria e poi costantemente incrementato anche tramite l'acquisizione di importanti collezioni private. Il patrimonio librario de “La Vigna” comprende non solo opere moderne, ma anche edizioni a stampa a partire dal XV secolo; di particolare pregio la ricca collezione di testi inerenti all’enologia dal XV al XVIII secolo. Sono disponibili, inoltre, le più importanti riviste di settore, cessate e correnti, del panorama editoriale nazionale e internazionale.

Seguici su