Salviamo il Museo di Villa Verdi

Aiutaci a salvare la dimora dove il compositore GIUSEPPE VERDI visse per più di 50 anni.

  • €8,921 raccolti
  • 9% finanziato
  • 24 giorni
Condividi su

SOSTIENI ANCHE TU LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING 

RIDIAMO LUSTRO ALLA DIMORA DI GIUSEPPE VERDI

La Villa come si presenta ora:

La facciata della Villa nel 2001 appena restaurata in occasione del centenario della morte del Maestro Giuseppe Verdi

VILLA VERDI:

LA CASA MUSEO DEL GRANDE MUSICISTA ITALIANO

Non si può dire di conoscere Giuseppe Verdi se non si ha mai visitato la casa che abitò per lungo tempo e nella quale amava tornare dai suoi viaggi in Italia e in Europa.

Villa Verdi si trova a Sant'Agata, una frazione di Villanova sull'Arda (PC).

Il compositore la acquistò nel 1848 abitandovi a partire dal 1851 e rendendola progressivamente sempre più sua.

Fu Verdi che eseguì di proprio pugno gli schizzi del progetto di ampliamento e dette indicazioni dettagliate per la scelta dei materiali da utilizzare fino a farla diventare come egli volle e come oggi noi la vediamo.

In questo luogo il più celebre compositore italiano visse e scrisse la sua musica, godendo di un isolamento necessario al suo genio creativo ed al suo carattere, schivo e riservato.

L'originaria casa padronale di campagna, acquistata da Verdi, divenne così in pochi anni la residenza dove i canoni estetici del tempo trovavano una perfetta realizzazione che, ancora adesso, il visitatore più attento può comprendere ed ammirare.

Villa Verdi oggi, mantenuta nello stato conservativo dei tempi del grande compositore grazie alla famiglia Carrara Verdi erede del Maestro, rappresenta la migliore chiave di lettura per comprendere lo spirito immortale del genio e dell'uomo Verdi.

IL MUSEO

La Villa ospita tuttora gli eredi universali che, nell'assoluto rispetto delle volontà di Giuseppe Verdi, la custodiscono immutata.

Una parte della casa è adibita a museo. E' possibile visitare le stanze private di Giuseppe Verdi e di Giuseppina Strepponi: mobili intarsiati, fortepiano viennese di marca Fritz con il quale sono state composte tante opere tra le quali Il Trovatore e la Traviata, pianoforte Erard usato dal 1871 in poi, il busto in terracotta di Vincenzo Gemito, i guanti usati esclusivamente per dirigere la Messa da Requiem a Milano in onore a Manzoni, il cilindro e la sciarpa ritratti nel famoso quadro di Boldini, la camicia e la maschera mortuaria e tanto altro ancora.

Molto emozionante è visitare la chiesetta, ancora consacrata, all'interno della proprietà, la ghiacciaia, le cantine con le botti originali, la rimessa delle carrozze ed il meraviglioso parco di 6 ettari in stile inglese con laghetto.

PERCHE' UNA CROWDFUNDING?

A prendersi cura di questo gioiello sono gli eredi del Maestro che grazie ad i soli apporti personali sono riusciti a mantenerne inalterato l'antico splendore.
La recente epidemia di Covid-19 che si è aggiunta alla totale assenza di contributi statali ha causato la chiusura totale al pubblico di Villa Verdi per un tempo che speriamo non sia per sempre,

La Villa ha bisogno di urgenti restauri e l' assenza imprevista di visitatori rischia di portare alla chiusura definitiva di un luogo unico che ci fa capire tutto sul compositore italiano più conosciuto al mondo, ancora adesso il più rappresentato e amato in tutti i teatri del mondo

IL RESTAURO

Il progetto di restauro della Villa prevede un percorso di diversi interventi sia all'interno che all'esterno.
Il costo totale del restauro è piuttosto elevato e per questo abbiamo deciso di affrontarlo un poco per volta con la speranza di riuscire a raccogliere quanto serve per completarlo dando la precedenza alle urgenze che sono venute a crearsi e che oggi ci impediscono di aprire la nostra bella dimora al pubblico

APERTURA MUSEO - per poter tenere aperto dopo questo lockdown abbiamo bisogno come tutti di liquidità per affrontare le spese fisse e pagare subito lo stipendio ai nostri cinque dipendenti.

SALOTTO ROSSO - In questo salotto il Maestro riceveva pochi e selezionati ospiti come i librettisti Francesco Maria Piave o Arrigo Boito, pittori del calibro dei fratelli Palizzi o Boldini, l'editore Ricordi o gli aristocratici Andrea e sua moglie Claretta Maffei.

Qui si discuteva di tante cose oltre alla musica; stiamo parlando del periodo risorgimentale in cui per strada si gridava "VIVA V.E.R.D.I", l'acronimo di Viva Vittorio Emanuele re d'Italia.

Le infiltrazioni di acqua dal soffitto, causate da un terrazzo sovrastante, stanno rovinando con l'umidità questa importante stanza. Prezzo stimato per il restauro circa

€ 10.000,00

TETTO - Importanti lavori di restauro anche per il tetto delle carrozze che rischia il crollo

€ 55.000,00

STRUTTURA - Tinteggio di una parte esterna della dimora

€ 20.000,00

                                                     

SITO WEB

In questo periodo di chiusura forzata abbiamo pensato di rendere fruibili le stanze museali a chiunque possieda un computer ma non ha il tempo di poter recarsi sul luogo.

Con un nuovo sito web ricco di contenuti ed una visita virtuale qualsiasi appassionato potrebbe percorrere virtualmente le stanze dove ha tratto ispirazione Giuseppe Verdi per comporre le sue famosissime opere.

COME PENSIAMO DI PROCEDERE
A seconda di come andrà la nostra raccolta fondi abbiamo pensato di procedere per step, dando la precedenza alle urgenze per poi passare agli altri interventi un pezzo alla volta per non deludere la fiducia di tutte le persone che vorranno sostenerci. Mano a mano che andremo avanti pubblicheremo sui nostri canali social i traguardi raggiunti anticipando già da ora il nostro sentito GRAZIE!

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dear Verdi lover,

Villa Verdi in Sant’Agata di Villanova sull’Arda in the province of Piacenza is the home where Maestro Giuseppe Verdi lived for more than 50 years.

Here you can breathe in his music, his life, and his spirit.

In his last will and testament, Giuseppe Verdi wrote, “I compel that the garden and my family house in Sant’Agata be kept in its current state.” And thanks to his heirs, the Carrara Verdi family, this is still the case.

Unfortunately, it has always been only the family that has taken care of it, without the least help from the Italian government, which has made many promises, but never kept them.

The Villa needs serious renovation, and the unexpected absence of visitors caused by the Covid-19 pandemic has not helped. With the lack of the entrance fee to the museum, it risks being permanently closed to the public. A unique place, it helps us understand everything about the most performed Italian composer in the world.

Before having to make a drastic decision, the management of the museum has thought to ask for help. If you also hold this little but important piece of the cultural patrimony of Italy close to your heart we ask you to make a donation to our crowdfunding.

For anyone who knows the music of “Va pensiero” from Nabucco or the carefree Brindisi for La traviata, let us give back a little of what the Maestro has left to all of us as our heritage.

The Music and this house are for everyone: as always, “Viva Verdi”.

Domande frequenti (FAQ) sul progetto (dimensioni consigliate 800x400 pixel)

Chi siamo? Siamo gli eredi di Giuseppe Verdi, viviamo dentro a Villa Verdi e portiamo avanti le volontà del Maestro.

Come userete i fondi raccolti? Useremo i fondi raccolti per riuscire a tenere aperto il museo, che a causa della chiusura per il Covid ha accumulato molte spese fisse e anche per effettuare opere di restauro e risanamento della struttura.

Posso vedere il restauro quando sarà finito? Potrete vedere tutto quello che abbiamo fatto con le vostre donazioni.

Segui l'andamento della campagna e consiglia i nostri aggiornamenti. I lavori saranno visibili quando verrai a ritirare la tua ricompensa direttamente in loco.

Quando ritiro la mia ricompensa? La campagna di crowdfunding durerà tre mesi. A fine campagna verrà stilato un elenco completo di tutti i donatori. Potrete inviare una email per accordarci sulla data del ritiro.

Dove posso contattarvi? Può contattarci al numero 0523830000 o inviando un'e-mail a info@villaverdi.org

Posso fare più di una donazione? Si possono fare più donazioni senza limiti.

I gruppi di amici possono fare un'unica donazione usando la stessa carta, unica accortezza inviateci via email il nome di chi  ha donato per poter consegnare la giusta ricompnesa!

Posso mantenere l'anonimato?
Certo, se non vuoi inserire il tuo nome e cognome puoi inventare un nickname: solo noi sapremo che sei tu il generoso sostenitore!

Villa Verdi

La Villa, a 4km da Busseto (PR), è la dimora dove il Maestro Giuseppe Verdi visse per più di 50 anni godendo dell’isolamento necessario al suo genio creativo ed al suo carattere schivo e riservato. È un luogo rimasto immutato che conserva atmosfere e ricordi che consentono al visitatore di rivivere lo spirito di chi lo ha abitato.

Seguici su